SETTORE MANIFATTURIERO

SETTORE MANIFATTURIERO

PIANO TRANSIZIONE 5.0

 

DIFFICILE REALIZZARE UN PIANO DI EFFICIENTAMENTO IN 24 MESI ⏰

 

🚨I vertici di Confindustria hanno portato all’attenzione del Parlamento alcuni punti del Piano Transizione 5.0 che non convincono gli industriali, Value Target Srl – Finanza Agevolata condivide e sostiene questa posizione.

⌛ Come affermato da Maurizio Marchesini, Vice Presidente per le Filiere e le Medie Imprese di Confindustria, il primo nodo riguarda l’operatività del Piano che “non è immediata, ma passa per un Decreto Attuativo, indispensabile per rendere concrete le nuove misure e la cui gestazione non sarà agevole”.

Inoltre, sussiste l’enorme questione della ristrettezza dei tempi di implementazione del Piano Transizione 5.0. “Di fatto per realizzare gli investimenti avremo a disposizione meno di due anni. Ciò comporta che, nei prossimi mesi, potrebbero verificarsi, anzi si verificheranno, alcune strozzature dal lato dell’offerta, cioè l’impossibilità dei fornitori di completare ordini concentrati in un lasso temporale ristretto”. ⏰

⚠ Poi, c’è l’esclusione dagli incentivi delle attività che generano emissioni di gas a effetto serra e delle attività che generano un’elevata dose di sostanze inquinanti classificabili come rifiuti speciali pericolosi il cui smaltimento potrebbe causare un danno all’ambiente. 🍃

“La norma escluderebbe, quindi, numerose Imprese (più di 1.000 grandi Imprese) della produzione di carta, ceramica, acciaio, metalli non ferrosi, vetro, ghisa, cemento, diversi prodotti chimici, idrogeno, ecc., comparti strategici per il Paese che sono alla base delle filiere industriali” e che, aggiunge Value Target Srl – Finanza Agevolata, sono preparate alla transizione sostenibile, ma hanno necessità di sviluppare il loro piano a medio-lungo termine, ben oltre, quindi, i tempi previsti per 5.0.

“Pertanto, le imprese che appartengono a tali settori andrebbero incluse nel perimetro di 5.0 per supportarle, attraverso l’efficienza energetica e gli investimenti in fonti rinnovabili 🔋, nel percorso di abbattimento delle emissioni, con benefici che si trasmetterebbero, a valle, a tutte le filiere produttive.”

☣ Per quanto riguarda invece le attività escluse sulla base della produzione di una elevata dose di rifiuti speciali pericolosi, “è fondamentale chiarire che tale esclusione non si applica, non si dovrebbe applicare, in tutti quei casi in cui i rifiuti sono destinati a operazioni di economia circolare, come il riciclo e il recupero, poiché in tutti questi casi non si verificano potenziali impatti ambientali negativi e non avrebbe alcun razionale escluderle da una misura di supporto alla decarbonizzazione, quale è 5.0”. ♻ 

Un altro punto criticato da Marchesini è il divieto di cumulo agevolazioni ZES Unica.

🔆Il piano Transizione 5.0, infatti, non è cumulabile con le agevolazioni previste nella cosiddetta ZES Unica. “Non si comprendono – dice Marchesini – le ragioni di questo divieto se solo si considera che il Piano Transizione 5.0 contiene misure generali e non selettive. Peraltro, il DL riduce in modo sostanziale il rifinanziamento dei contratti di sviluppo, molto utilizzati proprio nelle regioni del Mezzogiorno; il quadro complessivo che si delinea rischia di non essere, quindi, favorevole al rilancio degli investimenti e alla riduzione dei divari in quell’area del Paese”.

📜 Ci auguriamo vengano definiti “con urgenza” i contenuti del Decreto Attuativo e forniti così alle Imprese, in tempi compatibili con le strategie di investimento, i necessari chiarimenti sui diversi punti precedentemente esposti.

🔜 Inoltre, è necessario, sin da subito, un coordinamento tra i diversi attori istituzionali coinvolti, cioè MIMIT, Agenzia delle Entrate e GSE, nonché l’istituzione di una cabina di regia con le Imprese che possa garantire un confronto ampio e continuo nel tempo sull’attuazione dell’agevolazione.

 

Value Target Srl – Finanza Agevolata sostiene la transizione 5.0 ed è a disposizione per qualsiasi chiarimento!

 

 



Contattaci

Value Target offre gratuitamente lo studio preliminare di prefattibilità per capire quali sono le migliori opportunità per la tua azienda. Contattaci per saperne di più.

    Accetto i termini della privacy policy